Una replica sul cambio Lira Euro

Gianluca Gambini, consigliere provinciale del PDL, risponde sul sito del suo partito al mio post sui “pappagalli berlusconiani“. Il suo post comincia così:

Caro Federico,visto e considerato che non prendi quasi mai la parola in Consiglio Provinciale ed affidi i tuoi pensieri e le tue opinioni solo al tuo “diario”, Gente di Provincia,provero’ ad esporti alcuni concetti che dovrebbero portare un contributo di verita’ e non di demagogia al dibattito in oggetto…

Questa la mia replica, che ho messo anche come commento sul sito del PDL.

“Parlo poco, ma cerco di farlo a ragion veduta.
Le questioni che sollevi sono due e vanno tenute distinte; secondo me una ha senso e l’altra no.
Cominciamo dalla prima. L’adozione di una valuta comune in assenza di una vera unione politica è stata una mossa rischiosa, che richiedeva di essere seguita da maggiore integrazione (unione fiscale, vera banca centrale, maggiore mobilità del lavoro). Questa integrazione non c’è stata e in tempi non sospetti alcuni economisti avevano paventato che paesi come l’Italia, con forte debito e bassa produttività del lavoro, avrebbero rischiato grosso. Uno di questi è Roubini, che fu trattato con sprezzo e vero e proprio razzismo da Tremonti in occasione di un incontro internazionale.

 La seconda questione è quella del tasso di cambio, che non aveva senso quando l’ha detta Berlusconi e non lo acquisterà neanche se venisse ripetuta altre mille volte. La determinazione di un tasso di cambio come quelo che citi (1500lire=1Euro) non solo era impossibile (il cambio è stato determinato sostanzialmente dai mercati, e non poteva che essere così) ma avrebbe comportato la rivalutazione della lira, non il suo deprezzamento. Le nostre esportazioni sarebbero crollate, e il Pil di conseguenza.
Se non ti fidi di me ascolta per lo meno gli economisti.

Federico Russo
Consigliere Provinciale PD”

Un pensiero su “Una replica sul cambio Lira Euro”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *