una entrata in tackle

Ci vorrebbe il vecchio Paul Ince, per risolvere i problemi del calcio italiano. Bando alle chiaccherre: zack, una entrata dura e decisa sulla questione una volta per tutte. Che significa: via Lippi, dentro Zoff, che almeno se si perde ai mondiali, si perda con onore e passione, non con schifo ed ignominia, che il vecchio Dino la faccia ce la mette, perchè è un vero uomo, come si è visto come non l’ha mandata a dire al Berlusca “Delirous Zidanae”, altro che! E dopo lo vorrei come presidente della FIGC (in questo momento penso anche ad un altro, ad una persona che purtroppo non c’è più, Scirea). Poi, Collina presidente degli arbitri italiani, e anche qui magari l’immagine miglora. Sorteggio integrale degli arbitri, vero e riconosciuto professionismo e, come per le squadre, se nel gruppo arbitri qualcuno durante il campionato non si dimostra all’altezza, l’anno dopo lo si manda in serie B.
Se le indagini confermano quello che si legge, Lazio e Fiorentina in B, Juventus in C1 con penalizzazione di 9 punti (ma perchè forse nel club nessuno sapeva, neanche quel piccolo squalo-che si farà, anche se ha le spalle strette- di John Elkan? Loro sì che potevano intervenire subito, mandando a casa ‘sta gentaglia anni fa!). Milan penalizzato di 9 punti (anche qui, forse Galliani-che si DEVE dimettere al più presto- non sapeva che il suo dirigente Meani ci “provava” con arbitri e guardialine? Ma mi faccia il piacere, mi faccia!).
Ma tanto, qualcuno, ridendo pacioso, voleva offrire l’incarico a Letta, così che poi il calcio diventava un affare comlpeto di B (sappiamo quanto lui, da vero liberista, ami i monopoli). A me non ha fatto ridere per nulla.Non cominciamo subito a fare i coglioni (tipo: “D’Alema, Dialogo con l’opposizione”. Detto da lui, mi fa venire un brivido sulla schiena), per quello, c’è tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *