Un discorso lungo/2

La politica estera di una amministrazione repubblicana dovrà concentrare di nuovo gli Stati Uniti sull’interesse nazionale e sul raggiungimento di alcuni obiettivi fondamentali. Questi compiti sono:

1)assicurare che l’esercito americano possa evitare la guerra, proiettare all’estero la sua potenza e combattere in difesa dei suoi interessi se la deterrenza fallisce.

2)promuovere la crescita economica e l’apertura politica estendendo il libero mercato ed un sistema monetario internazionale stabile a tutti coloro che hanno a cuore questi principi, inclusi gli stati dell’emisfero occidentale, il cui ruolo vitale per gli interessi nazioanli americani è stato troppo spesso dimenticato.

3) rinnovare una alleanza forte ed intima con quegli alleati che condividono i valori americani e che quindi possono condividere il peso di promuovere la pace, la prosperità, e la libertà.

4) concentrare le energie americane su profonde intese con le grandi potenze, in particolare la Cna e la Russia, che possano disendere il sistema politico internazionale

5) affrontare decisamente la minaccia degli stati canaglia e delle potenze ostili, che sta sempre più prendendo la forma del terrorismo e dello sviluppo di armi di distruzioni di massa.

Condoleeza Rice, Foreign Affairs (2000)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *