TAV metafora italiana

Cito Pierluigi Battista dal Corriere di oggi, descrizione forse un po’ ingenerosa ma incredibilmente efficace:

“La vicenda Tav si configura sempre più come la metafora del caso italiano. Un incredibile frullato in cui si mescolano localismo irresponsabile, incapacità di onorare la parola data, politicizzazione estrema di ogni questione, anche la più tecnica, drammatico e incolmabile divario tra le parole e le cose, le dichiarazioni e le realizzazioni, le promesse e ciò che regolarmente non viene mantenuto. Sull’onda di una emergenza d’ordine pubblico, con i manifestanti che impedivano persino l’apertura del cantiere con cui stabilire se fosse vera o no la presenza dell’amianto nella montagna, il precedente governo di centrodestra decise di rimandare l’inizio dei lavori. La valle tripudiò…..”

0 pensieri su “TAV metafora italiana”

  1. E’, volutamente, un’estremizzazione. Ma il buon Battista non l’ha buttata troppo fuori dal vaso. Pensate anche ai problemi in Campania per lo smaltimento dei rifiuti.
    Siamo conservatori (nella peggiore accezione che ha questo termine) nell’animo. Al di là dei colori politici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *