Leali ma non conformisti: il PD che vorremmo

Ecco l’incipit del documento “leali ma non conformisti”.

| Discutiamo del congresso provinciale del PD pisano

Crediamo opportuno aprire il dibattito con un documento che porta all’attenzione degli iscritti, dirigenti e rappresentanti istituzionali del partito quelli che riteniamo essere i nodi più problematici su cui c’è bisogno di un’elaborazione politica nuova nella convinzione che il successo del Partito Democratico provinciale si potrà misurare sulle soluzioni che saprà individuarvi. Lo facciamo pubblicamente non solo perché il partito non ha nulla da temere da un confronto sulle idee “leale ma non conformista”, ma perché l’essenza della democrazia sta in questo confronto ed anzi riteniamo che una malinteso sforzo di unanimismo abbia appannato la capacità di dibattere lealmente tra noi e con la società, allontanando la partecipazione e lasciando cosi eccessivo spazio a schieramenti personalistici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *