L’assemblea ha detto Niet

E quindi non si possono consultare gli iscritti per chiedere le primarie.
Il mio commento lo trovate qua.

COMUNICATO STAMPA

Il Pd pisano chiude alla primarie

“Così si rinuncia al confronto sul futuro della città”

Lunedì 22 ottobre l’assemblea comunale del Partito Democratico di Pisa con 101 voti a favore su 130 aventi diritto (1 contrario, 1 astenuto, alcuni assenti, mentre il nostro gruppo non ha partecipato perché in polemica con le stesse modalità di voto), ha deciso di chiudere alla possibilità di organizzare le primarie per le amministrative del 2013.
Si tratta di un errore, è la rinuncia a un processo di apertura che avrebbe potuto migliorare la qualità e la partecipazione al dibattito sul futuro della città. Al di là delle modalità irrituali con cui è stata condotta l’assemblea – il voto era per firma ed il seggio è stato aperto subito dopo la relazione del segretario e prima del dibattito – si tratta comunque di una scelta chiara del gruppo dirigente, che rende inutile la raccolta di firme tra gli iscritti. Ne prendiamo atto, consapevoli che, quando abbiamo deciso di chiedere le primarie, l’abbiamo fatto per mettere il partito in guardia dal pericolo vero: il distacco, che noi percepiamo chiaramente, tra l’amministrazione e i suoi elettori.
Oggi il mio primo pensiero va alle tante persone che abbiamo incontrato in questi mesi, che si sono sinceramente impegnate per contribuire al buon governo della città, mossi esclusivamente dalla passione per la solidarietà e per lo sviluppo sostenibile e dal disagio di non sentirli pienamente rappresentati nell’azione dell’amministrazione. Abbiamo scoperto persone competenti e generose che si sono avvicinate a noi e al nostro partito con tanta voglia di partecipare e di incidere.
Immagino la loro delusione. A loro voglio dire che il buon governo della città ci interessa, e che il nostro impegno a fare proposte e a essere di stimolo non finisce oggi: continueremo a stare dentro al partito per portare avanti i nostri temi nel dibattito interno e continueremo a parlare con chi sta fuori, con l’orecchio teso ad ascoltarne i disagi e le proposte.
Per questo diamo appuntamento agli amici di “A proposito di Pisa” per la sera di martedì 30 Ottobre alle ore 21.00 al circolo Arci Unità al CEP, in via Boccherini 14, per capire insieme come proseguire meglio il nostro percorso. Abbiamo già diverse idee a proposito: il sogno di costruire una Pisa migliore è più vivo che mai.

Federico Russo
A proposito di Pisa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *