L’apartheid secondo Ichino

Fallofori e Paria » LOST IN POLITICS – Blog – L’espresso

«Immaginate che quarant’anni fa il Pd in Sudafrica avesse detto ai neri vittime dell’apartheid: il nostro progetto è un vostro graduale inserimento nei diritti di cittadinanza… E oggi noi l’apartheid ce l’abbiamo nel cuore del sistema produttivo. Alle porte di Milano c’è una grande azienda editoriale con mille assunti regolari e quattrocento paria che fanno lo stesso identico lavoro ma prendono 300 euro al mese. Se c’è da lavorare fino alle tre di notte ci sono loro, se c’è da fare un taglio all’azienda licenziano loro. Non hanno la chiavetta del computer, non hanno il parcheggio. E se c’è l’esercitazione anti-incendio non partecipano, perché non esistono. A questi paria il Pd dice: vogliamo un vostro graduale inserimento. Che partito è un partito che dice di fondarsi sul lavoro, ma parla solo a metà della forza lavoro?»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *