La sicurezza delle prostitute

Le prostitute che vediamo per strada non sono diaboliche adescatrici, ma vittime di tratta, violenze, omicidi: persone sfruttate. Ci sono storie di dolore e miseria. Trattarle come un problema di decoro ci dice che abbiamo completamente assorbito la cultura di una certa destra che a parole combattiamo.
La sicurezza è importante, ma dipende da dove la si guarda. Sono convinto che l’ordinanza antiprostituzione approvata a Pisa non contrasti il fenomeno, ma lo sposti in luoghi meno accessibili: dove la sicurezza delle donne è minore e dove gli operatori di strada avranno più difficoltà ad arrivare.
Qualche anno fa, tornando a casa dopo una serata tra amici, mi trovai davanti ad una scena terribile che si stava svolgendo nella zona della Saint-Gobain: una prostituta picchiata, forse violentata, da un uomo che la teneva bloccata contro la portiera dell’auto. Un quarto d’ora dopo, quel bastardo è stato arrestato. Cosa sarebbe successo se il loro incontro fosse avvenuto in pineta? Se ne può parlare?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *