Il tempo dell’azione


La mia lettera a tutti gli amici del blog.


Cari Amici,

Vi scrivo per proporvi di entrare a far parte dell’Associazione per il Partito Democratico.
Come invito può suonare un po’ brusco, ma questo é il tempo dell’azione. Oggi infatti si é aperto uno spiraglio per cambiare la politica italiana, ma questa porta non rimarrà aperta per sempre. Se ci vogliamo provare bisogna farlo ora, senza perdere tempo.

La politica in Italia é frammentata, chiusa e falsa. In Parlamento ci sono più di 15 gruppi, la maggioranza sono piccolissimi: al governo c’é una coalizione di 9 partiti, ognuno dei quali si sente in dovere di specificare la propria posizione su tutto. I parlamentari che abbiamo votato sono stati nominati dalle segreterie dei partiti, agli elettori non é stata data nessuna possibilità di scegliere. E intanto tutti sono troppo impegnati in mille dichiarazioni e mediazioni per ricordarsi di fare quello per cui sono stati eletti.

Ormai 4 anni fa un intellettuale, Michele Salvati, cominciò a parlare dell’esigenza che nascesse un partito democratico grande e unito, capace di ridurre la frammentazione e sollecitare la partecipazione dei cittadini. Fu considerato un pazzo. Invece l’idea aveva una grande forza, sono nate molte associazioni per spingere questo progetto e gli ultimi congressi di Margherita e DS hanno deciso di dare vita al PD.
Ora si tratta di non lasciare la sua fondazione solo agli apparati dei vecchi partiti: il PD deve raccogliere le energie dei non iscritti, altrimenti non ci sarà nessuna novità.

Il 5 Aprile i coordinatori di Margherita e DS, spinti da molti autorevoli appelli, hanno accettato il principio di “una testa un voto”: significa che è passata l’idea delle primarie per far nascere il nuovo soggetto politico, e che, pertanto, saranno i cittadini a scegliere chi dovrà rappresentarli nella sua fase costituente. Le elezioni per l’assemblea costituente ci saranno nel prossimo autunno, e ci dobbiamo far trovare pronti. Solo se avremo voglia di partecipare potremo portare il nostro contributo a questa avventura.

Se il progetto vi interessa avete due modi per contribuire: chiedete subito di aderire all’APD Toscana indicando nome, cognome, indirizzo, data di nascita e recapito telefonico all’indirizzo apd.toscana@tiscali.it e girate questo invito con due righe di presentazione a chi può essere interessato.

A Presto,
Federico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *