Il pareggio di Pirro

Sarà pure un pareggio quello tra il governo e i tassinari, ma è un pareggio in cui perdono i consumatori.
E’ stato liberalizzato il servzio dei taxi in Italia? La risposta è una sola: no. Non potranno nascere imprese di tassiti perché non è rimasto il divieto di cumulare licenze.Inoltre, le licenze rimarranno a numero chiuso, visto che i Comuni potranno rilasciarne di nuove solo in condizioni straordinarie, e gli enti locali sono noti per non saper resistere al peso delle lobbies.
Il bello della liberalizzazione stava qua: se nel settore dei taxi si realizzavano grossi profitti ecco che qualcuno poteva decidere di fare il tassista, partecipando ai guadagni del settore e facendo scendere il costo per i consumatori.

Verrà mai il giorno dei consumatori in questa terra?

0 pensieri su “Il pareggio di Pirro”

  1. mi scappa da ridere al pensiero di chi dice di voler mettere ordine nell’università…e nella giustizia…e nelle altre numerose corporazioni (avvocati, commercialisti, pescivendoli, porchettari, ecc.)…Avranno pensato: cominciamo coi tassisti che li stendiamo in tre balletti…Guardate dove siamo…
    Poveri noi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *