Che dite, vogliamo dargli torto?

Sarebbe l’ora che per preparare l’alternativa cominciassimo a pensare a come mettere in pratica la spending review.
Pre-requisito però, e che si vincano le elezioni e che si stia al governo per 5 anni, magari con lo stesso primo ministro.

L’inevitabile rag. Tremonti – LASTAMPA.it

La sinistra spesso invoca con rimpianto la spending review, ossia il lavoro di revisione della spesa pubblica iniziato dal compianto ministro Padoa-Schioppa con la Commissione Tecnica per la Finanza Pubblica (Ctfp, o Commissione Muraro), ma troppo spesso si dimentica che persino quel meritorio lavoro era appena agli inizi, e non aveva ancora prodotto le centinaia di dossier operativi, di manuali di «istruzioni per l’uso», che sarebbero stati necessari se davvero si fosse voluto varare una politica di tagli selettivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *